• Argomenti Attivi 

Gioco di ruolo Online Possibile?

Discussioni su ogni tipo di Gioco di Ruolo non incluso in altre sezioni del Forum, ad esempio play by email e discussioni generiche sul roleplaying.
Avatar utente
Poisonette
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 54
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2016, 0:41
Monete in mano: Bloccati
Località: Wasteland
Ha ringraziato: 2 volte
E' stato ringraziato: 4 volte
Birthday
Stato: Non connesso

Re: Gioco di ruolo Online Possibile?

#11

Messaggioda Poisonette » lunedì 18 luglio 2016, 7:16 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Il problema di fondo è proprio le amministrazioni che tristemente hanno perso la facoltà di riuscire ad "Educare" i loro giocatori, spesso perchè guardano molto più al numero di player che alla qualità di essi.

Nel caso di Fonline è un esempio lampante, in un grosso server (parlo di 80 giocatori circa) una buona parte anche se sempre nella minoranza erano giocatori russi che stranamente usavano Fonline proprio come gioco di ruolo.
Questa minoranza fu spazzata via perchè la gente cominciò a trollarli killarli a vista e questo perchè erano Roleplayers ancora peggio fu il fatto che la cosa fu appoggiata pientamente dagli admin che con la paura di perdere molti giocatori non alzarono un dito al riguardo. Ora questi russi hanno aperto un server per conto loro in russo e un server full GDR.

Attualmente il server di questi incompetenti è ancora up e scoraggia il roleplay in qualsiasi senso... Per esempio anche ludicamente in quel server è un disavvantaggio investire in skill basate su carisma o diplomatiche perchè...

A livello di quest non cè una e dico una sola skill sociale Utilizzata.
Gli incontri sono stati fatti con le stat carisma a 1 in modo di maxare le skill combattive (questo risulta particolarmente osto se hai un personaggio sviluppato per il roleplay perche ti forza a maxare le statistiche fisiche e prendere talenti da powerpolayer.)
Questo ovviamente porta gli utenti a farsi personaggi con build da powerplayer e da PVP e unito al fatto che gli admin non hanno alcun interesse nel gioco di ruolo questo è quello tristemente comune in quel server ma un poco tutti i server di fonline:

Vieni ucciso da un tizio che è tipo massimo livello e questo ti dice:

Hahaha sei morto che niubbo che sei.. SCRUUUUB!!!!!

Ed ecco come mandare al diavolo una piattaforma dal grande potenziale.


Lo stesso si può dire su life is feudal.. Gioco dalle ottime potenzialità peccato che gli sviluppatori invece di farne un gioco a se con multyplayer e possibilità di modding hanno rilasciato il gioco come parte della loro campagna di lancio MMO...

E anche li trovi spesso la utenza che trovi nei giochi stle Fonline e Dayz ovvero i trolls pvper che non uccidono per competizione ma la fanno per trollare.

Ci sono alcuni progetti Roleplay validi di Life is Feudal ma molti ai quali ho partecipato non hanno superato i tre mesi di vita a causa di admin incompetenti e dal polzo morbido.

Imlar
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 38
Iscritto il: giovedì 7 luglio 2016, 20:03
Monete in mano: Bloccati
Stato: Non connesso

#12

Messaggioda Imlar » giovedì 21 luglio 2016, 16:01 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

La parte riguardante gli admin può essere vera, tuttavia essendo anche io stato admin di server di giochi potenzialmente roleplay devo dissentire su certi punti...

Il compito dell'admin è quello di assicurarsi che il gioco sia giocabile e fruibile oltre ogni ragionevole lamentela, per farvi un esempio:

Se nel server di gioco è presente un bug, l'admin e il dev hanno il dovere di operare affinchè il problema sia risolto il prima possibile, l'admin e il GM (che puo' essere inteso come Game Moderator o Game Master) hanno il dovere di organizzare l'intrattenimento e il supporto tecnico nel server per permettere ai giocatori di avere quest e attività da seguire QUASI sempre.

Ora basandoci su questo bisogna specificare che spesso e volentieri i GM sono più disponibili di Admin e Dev, perche'? semplice, perche' mentre i GM devo sono occuparsi della parte interattiva della cosa, Admin e DEV sono tartassati a piu' riprese da topic infantili, ridicoli, lagnosi ed egoistici di giocatori di tutte le solfe che vanno a piangere contro quest'ultimi per ogni minima cosa, partendo dai problemi in gioco (tecnici), lamentele sulle tecniche di gioco(costi troppo alti, pvp abilitato, mob troppo forti, mercato troppo lontano) e ovviamente problemi di tipo sociali (AHHH QUEL FIGLIO DI PUTTANA MI HA AMMAZZATO IN ZONA DI CACCIA).

Tutte queste lamentele sono frequenti e ripetitive fino allo stremo, senza contare quelli che chiamano un amministratore o game master perche' si sono insultati a vicenda e nessuno vuole chiedere scusa (ah chiedere scusa, mai visto uno che lo scrivesse), quindi gli amministratori in poco tempo sono studi e arcistufi di stare a sentire bimbetti urlanti che intasano la chat di gioco o le mail con lamentele idiote e senza senso.

Molto spesso non sono gli amministratori ad abbandonare il gioco o il server, ma sono i giocatori che gli distruggono i maroni.


Considerando poi la questione di fare qualcosa di Innovativo per Innovare, magnifica idea... tuttavia come ben sappiamo ci sarà sempre qualcuno che la criticherà e riuscirà a farla sembrare un'eresia agli occhi di qualcuno o qualcun'altro e li allora si arriva alla scelta di andare per la propria strada o scendere a compromessi.

Perchè molte amministrazioni scendono a compromessi pur di tenere utenza? proprio perche' quando io creo un server non lo faccio per bullarmi con me, me stesso e l'altro me, ma per farci venire quanta piu' gente possibile per farli giocare e divertirsi e guadagnare una nomea come ottimo amministratore di server, quindi quei server che scendono a compromessi lo fanno proprio perche' il loro unico obbiettivo è quello di accumulare utenza perche' un server che fa numeri e' un server figo.

Una neo amministrazione deve sapere fin dall'inizio cosa vuole fare e perseguire quelle intenzioni dritta come un treno e fanculo a chi dice il contrario.
Avatar utente
RyoSaebaChan
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 31
Iscritto il: sabato 30 luglio 2016, 19:20
Monete in mano: Bloccati
Ha ringraziato: 2 volte
E' stato ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

#13

Messaggioda RyoSaebaChan » sabato 30 luglio 2016, 20:10 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Scusate l'intrusione.
Perdonami ma non concordo su alcuni punti. Un server con tante persone, ma tutte precarie perché dopo poco si rompono le scatole e se ne vanno, non ha molto senso portarlo avanti.
Un videogame multiplayer dovrebbe avere un ruolo e un modo di gestione unico, chiunque non lo rispetti deve adattarsi o cercarsi un altro gioco.
Ti faccio un esempio, in molto mmorpg esiste la possibilità di fare del commercio in game e ne ho giocati tanti così.
Ultimamente avevo ripreso Digimon Online e a causa di quattro imbecilli pieni di se, il gioco era invivibile. Sono altamente convinti che il modo di mandare avanti il gioco, sia quello di imbrogliare con i bot, fare tanti loot per poi rivenderli a prezzi stratosferici insieme agli oggetti non droppabili nel gioco, ma acquistabili unicamente nello shop. Il motivo è perché si annoiano e vogliono creare una sorta di sistema finanziario all'interno del gioco...su Digimon Online? Dove l'utenza media ha 15 anni o meno?
Il problema è la loro incredibile faccia tosta, credendosi intoccabili all'interno del server, poiché spendendo cifre consistenti di soldi reali, gli admin non intervengono quasi mai qualunque cosa loro facciano. Fanno il bello e il cattivo tempo su un gioco dove il loot è fondamentale per andare avanti, ma se non stai alle loro regole sei fuori.
Questo non è stato creato dai GM, nemmeno dagli admin, ma da dei giocatori. Eh no, così non funziona. Prima di mollare sono salito al livello 70, poi ero arcistufo di litigare con le persone che usavano bot etc. e me ne sono andato. Pensate a dei ragazzini che possono giocare solo un'ora tra i compiti e la cena, mollano molto prima e arricchiscono le tasche di quei soliti giocatori. Eppure il server è pieno di persone che ciclicamente si iscrivono e quindi le dirigenze non cambiano le cose.
Eppure il gioco non è stato creato in questo modo, quindi gli admin avrebbero dovuto fare qualcosa.

C'è un limite a tutto, ma quando si parla di soldi i creatori dei giochi non sembrano accorgersene.

Posso capire invece il tuo punto di vista sulle lamentele dei bambocci che frignano per tutto, ma anche lì basta mettere dei paletti e il gioco prosegue.
Avatar utente
Poisonette
Moderatrice
Moderatrice
Messaggi: 54
Iscritto il: mercoledì 13 luglio 2016, 0:41
Monete in mano: Bloccati
Località: Wasteland
Ha ringraziato: 2 volte
E' stato ringraziato: 4 volte
Birthday
Stato: Non connesso

#14

Messaggioda Poisonette » domenica 31 luglio 2016, 14:39 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Caro Saeba la situazione che tu hai descritto è esattamente quella che ho vissuto giocando ad Archeage...

Qui comunque parlavamo di comunità giochi di ruolo in giochi che permettono i gestori del server di avere piena libertà

Progetti legati al gioco di ruolo che per qualche motivo non esistono nonostante giochi come Fonline e Life is Feudal ti offrono molti strumenti..

Il problema di fondo a parer mio è che non cè più la maturità che serve per gestire i progetti.. Gli admin sono troppo permissivi e tendono a chiudere un occhio molto facilmente...
Avatar utente
RyoSaebaChan
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 31
Iscritto il: sabato 30 luglio 2016, 19:20
Monete in mano: Bloccati
Ha ringraziato: 2 volte
E' stato ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

#15

Messaggioda RyoSaebaChan » domenica 31 luglio 2016, 15:31 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Sì sì, il mio era un esempio per far capire quanto il ruolo di un admin sia fondamentale per mandare avanti il gioco in un certo modo e rendere la comunità sana e gradevole, anche a scapito di qualche iscritto.
Avatar utente
SunTrust
Nuovo Utente
Nuovo Utente
Messaggi: 10
Iscritto il: martedì 9 agosto 2016, 0:13
Monete in mano: Bloccati
Stato: Non connesso

#16

Messaggioda SunTrust » mercoledì 10 agosto 2016, 18:40 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Ultimamente sto notando che l'utenza di molti RPG sta cambiando. La player base inizia ad andare più sui giochi più piatti di trama e senza impegni, piuttosto che ruolare il proprio personaggio.
So già che verrò mandato a quel paese con quello che sto per dire, ma ultimamente mi ero ridotto a giocare di Ruolo su gta, piuttosto che su veri e propri GDR!
Ciò che manca, dalla mia parte almeno è più la compagnia. Sempre meno gente con voglia di giocare e divertirsi, sempre più che hanno voglia solo di nerdare e fare PVP. Mi sembra molto cruda come cosa...
Un abbraccio
Avatar utente
ArenDhaal
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 45
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2017, 18:22
Monete in mano: Bloccati
Ha ringraziato: 1 volta
E' stato ringraziato: 2 volte
Stato: Non connesso

#17

Messaggioda ArenDhaal » mercoledì 5 aprile 2017, 22:20 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Ciao,
credo che la risposta in realtà dipenda da cosa si intende per gioco di ruolo online.
Parliamo della possibilità di introdurre una componente "ruolistica" in un videogioco? Si può fare, anche se, a causa dell'attuale orientamento dei titoli, risulta difficile.
Questo perchè il mercato fornisce (giustamente per le sue leggi) prodotti adatti alla vendita e quindi al videogiocatore medio. Giocatore che da importanza solitamente a fattori completamente collaterali al gdr, come la salita di livello, l'accrescere i propri punteggi, ecc... trasformando quindi l'alter-ego digitale in nient'altro che una tabella numerica ambulante. E infondo è la scelta più ovvia, se il videogioco premia che ha la "configurazione" migliore, permettendogli di superare ostacoli (siano essi generati dall'IA che da altri giocatori), perchè qualcuno dovrebbe concentrarsi sulla parte interpretativa del personaggio che non viene in alcun modo premiata? A questo si aggiungono i limiti tecnici imposti dal gioco stesso che, per quanto sia modificabile, non offre comunque la profondità delle scelte e delle variabili di un gioco cartaceo.

La soluzione migliore credo sia stravolgere (ove possibile tramite script, mod, ecc...) le meccaniche di base del videogioco stesso, facendo in modo che vadano a premiare chi interpreta piuttosto che chi "gioca", generando un sistema per cui anche se "salgo di livello" non si ottengono grandi benefici. Cosa che invece posso ottenere tramite l'interpretazione. Ecco quindi che farming, grinding, ed altre meccaniche di questo tipo diventano inutili perdite di tempo, rivolgendo invece il titolo a chi prefersice la parte ruolistica.
Avatar utente
Elyss87
Utente Registrato
Utente Registrato
Messaggi: 70
Iscritto il: martedì 28 febbraio 2017, 14:31
Monete in mano: Bloccati
Ha ringraziato: 4 volte
E' stato ringraziato: 1 volta
Stato: Non connesso

#18

Messaggioda Elyss87 » giovedì 6 aprile 2017, 9:40 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Io ho giocato per circa otto mesi ad un server full gdr di Life is feudal, inizialmente il server era pieno e poi andava svuotandosi, ma devo dire che ci fu la base di uno staff abile che dava per primo l'esempio di come giocare, ogni azione veniva interpretata e giocata in gdr, compreso il farming la dove possibile, da quello è nato il gioco, io ero una guardia e non farmavo nulla, facevo le ronde e sono diventata sergente nel giro di due o tre mesetti, ci fu anche una battaglia campale ma il gdr "puro" come lo intende Poison ed io (che abbiamo giocato a nw2 per anni insieme) rimane sempre di nicchia! difficilmente trovi molte persone disposte a questo tipo di gioco, io fui fortunata perché era lo staff in se ad essere così, e quindi attirava intorno a se giocatori e giocatrici simili, ma fuori dalla "rocca" principale c'era solo farming e gdr leggero, essendo un clan ogni cambiava server e quindi finì in estate ù.ù


Poi Nw2 è stata la mia esperienza principale, non essendo una grande giocatrice ed avendo giocato pochi titoli, solo ultimamente mi sono "aperta" ad altri giochi, lì ho giocato per anni bene, ma come ha detto Posion le cose sono andate in malora, non tanto per il reset secondo me... ma per la piccolezza di certi uomini, che sfogano le proprie frustrazioni verso i "giocatori" cosa confermata da persone all'interno dello staff, pertanto e la natura umana che si scontra con una realtà di "nicchia" capita e apprezzata da pochi, con le sfumature del caso, siamo tutti diversi pur amando il gdr!



PS: Il wipe con lif is feudal e dovuta (in certi casi) alla memoria che si accumula, quindi costruendo ad un certo punto si riempe, almeno così era quando giocavo io! (o così mi fu spiegato)
Personaggio in Conan Exiles: EIKO












Conan - Cronache Hyboriane (Full GdR) Cooadmin
Avatar utente
Louis77
Esperto del Forum
Esperto del Forum
Messaggi: 198
Iscritto il: lunedì 21 agosto 2017, 15:30
Monete in mano: Bloccati
Banca: Bloccati
Stato: Non connesso

#19

Messaggioda Louis77 » martedì 20 marzo 2018, 18:10 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Ad un anno di distanza mi infilo anche io nel discorso, perché mi interessa molto.

Intanto faccio una considerazione: cosa è cambiato da una decina/quindicina di anni fa ad oggi? E' solo la qualità dei giocatori, questa famosa "new generation", i millenial? No il cambiamento più drastico nel campo dei giochi di ruolo online e che secondo me ha "ucciso" quasi totalmente il full-gdr, è la possibilità di chattare a voce. Skype in primis, ma aggiugiamoci anche team speak, discord, la chat vocale di steam, eccetera eccetera, hanno permesso alle persone di chiacchierare giocando insieme. Da una parte è una innovazione fantastica, aumenta l'unità di gruppo, il divertimento, l'abbattimento della noia nel farming... ma dall'altra rende il full-gdr difficile da fare (se non impossibile).

Io ho giocato a Mud, giochi online datati, in cui si faceva full-gdr. L'interfaccia di comunicazione tra i giocatori era solo il testo scritto. Potevo giocare la donna ed ero una donna. Potevo giocare un vecchio ed ero un vecchio. Il mio nome era il mio nickname, nessuno mi chiamava "o luì che hai 4 pietre da buttarmi qui a fianco?"
Certo, anche in chat scritta si poteva andare fuori gdr, parlare della partita di pallone o organizzarsi fuori dal gioco per cose che dovevano succedere in gioco, ma (anche solo in apparenza) era molto più facile fare gdr. E non intendo solo dire "messere" e salutare col "ossequi" invece di "ciao", intendo interpretare il proprio personaggio come se avesse una sua vita propria distinta da quella del suo giocatore.

In chat vocale non c'è differenza tra pg e giocatore. Chi ci riesce è bravo e probabilmente ha molta esperienza con il gioco di ruolo cartaceo o dal vivo.
E basta un casual player che manda a monte qualsiasi velleità di fare del serio gdr.

Parlando di Life is Feudal, ad esempio, non serve che l'amministratore di gioco faccia alcunché perché una gilda cominci a fare gdr: è tutto li a disposizione, basterebbe giocare i propri ruoli, incontrarsi in gioco, aiutarsi a vicenda... mentre quello che noto è che ormai tutti (con la scusa del "altrimenti sarebbe impossibile organizzare lo sviluppo del villaggio") tendono a giocare fuori gdr, lasciando il gdr ai rari scambi con esterni (ma solo grazie al fatto che la lingua che si usa con gli altri è l'inglese, altrimenti probabilmente non si farebbe gdr nemmeno con loro).

Dall'altro lato prendiamo un Isylea (gioco testuale con grafica in pixel art ridotta al minimo, figlia di un epoca di Mud) che tutt'oggi riesce a mantenere una apparenza gdr ma sempre più se ne distacca grazie proprio ai canali di chat fuori gioco (skype principalmente) che ne deturpano l'atmosfera.

E' quindi colpa del gioco, o dei giocatori? Secondo me la colpa più grande è che non si può fare gdr con una webcam in faccia e un microfono davanti la bocca, a meno che non si stia giocando a un gioco di ruolo cartaceo (D&D e similari) dove non fare gdr significherebbe non giocare :D

Torna a “Discussioni generali sul Gioco di Ruolo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite