• Argomenti Attivi 

Riassunto di Sabato 22 Luglio 2017 "La Caverna"

Moderatore: Asterionaisien

Avatar utente
Manuel Marino
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 313
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2016, 16:45
Monete in mano: Bloccati
Località: Italia
Ha ringraziato: 4 volte
E' stato ringraziato: 4 volte
Contatta:
Stato: Non connesso

Riassunto di Sabato 22 Luglio 2017 "La Caverna"

#1

Messaggioda Manuel Marino » domenica 23 luglio 2017, 5:40 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Immagine

Gli eroi si svegliano in una caverna, non hanno ossa rotte né ferite. E, a quanto pare, hanno anche tutte le loro armi ma senza munizioni. Dopo una veloce ricerca di una via d'uscita, vedono verso east un'apertura ed una tenue luce ma decidono di proseguire verso la direzione opposta. Il motivo è semplice, hanno una lanterna, e sono incuriositi da due corpi che trovano morti da poco e poggiati su una parete.

Si rendono conto anche di avere delle macchie verdastre sui vestiti, ma in quel momento sono più attratti da quei corpi.

Perquisitili, trovano delle munizioni (finalmente!). Sono pochissime ma devono bastare per i prossimi guai in cui si imbatteranno. Inoltre trovano anche delle bozze della caverna ed alcune notazioni riguardo un tesoro all'interno di questo posto, nelle sue profondità. Sarà vero oppure uno scherzo?

Indagando ulteriormente, trovano anche delle punture anomale sui colli di quelle vittime. La cosa si fa più pericolosa, cosa fare a questo punto?

Scendono lungo la caverna, non ci pensano due volte, e si imbattono in alcuni scorpioni, sicuramente i cui aculei sono la causa delle punture trovate su quei corpi. Superati gli scorpioni, fanno molta strada all'interno della caverna, con la luce della lanterna che si va affievolendo.

Dopo aver superato una strettoia, si fermano per aver sentito un rumore strano: un sibilo. Si tratta di serpenti, molti serpenti, da cinque a sette sicuramente, pensa l'intellettuale del gruppo. Appena alla giusta distanza, scaglia l'olio lontano verso i serpenti, ma si bagna e si dà fuoco, fortunatamente provocandosi ustioni lievi. Infatti riesce a gettarsi subito dentro l'acqua del fiumiciattolo accanto.

Adesso si ritrova con i vestiti zuppi di quella sostanza verdastra, la faccenda si fa più complicata e pericolosa, sicuramente meglio non ingerire quel liquido!

Superati i serpenti arrivano al famoso tesoro! Si tratta di un forziere con circa 2000 dollari in monete d'oro. Trovano anche un fermacarte, un pugnale senza punta, ornato di diversi simboli incomprensibili, sicuramente di valore inestimabile, oppure un altro indizio?

In mezzo alle monete anche una nuova mappa, una città vicina, e poi alcune note di un diario, che parlando della guerra civile fra Juaristi e Governativi, Messicani contro Messicani, per il potere e per la libertà (probabilmente ciascuna delle due fazioni pensa!), accenna alle ricchezze all'interno del forte dei soldati Messicani di quella cittadina.

Adesso è il momento di fuggire, l'olio è quasi finito. Ma si ritrovano davanti quei due corpi vivi, anzi morti, ma viventi. Ancora una volta l'intellettuale pensa: "perché non abbiamo dato fuoco a quei corpi?".

Distrutti i non morti a suon di piombo, e col poco olio rimasto, trovano una via di fuga alternativa, per evitare serpenti, scorpioni o che altro. Ma si tratta di arrampicarsi, cosa non facile per niente. Ci riescono comunque. Superato questo nuovo ostacolo, raggiungono l'uscita della caverna!

Dopo alcune ore di cammino verso sud, si fermano vicino un grosso masso per riposarsi, e trovano alcuni soldati Messicani, che stanno cercando un Wanted, che si dà il caso essere proprio uno degli eroi!

Inizia una sparatoria sempre più pericolosa per gli eroi, che rischiano più volte di morire. Per fortuna o per bravura, riescono a cavarsela anche questa volta! Si impossessano di alcuni fucili Winchester molto potenti, interrogano un soldato rimasto in vita e si fanno condurre alla cittadina dove risiede il forte Messicano.

Durante l'interrogatorio scoprono il motivo per cui si sono trovati in quella caverna senza ricordarsi nulla. Quel liquido verdastro era stato messo dai Juaristi nell'acqua della cittadina per avvelenare i soldati. Evidentemente il gruppo era passato da quella cittadina per rifornimenti. Pare che questo liquido cancelli la memoria se preso in piccole dosi, ma si riveli fatale se ingerito troppo. Addirittura i morti tornano in vita, come hanno assistito gli eroi nella caverna!

Qui c'è uno degli Highlights ma su YouTube ce ne sono tantissimi!


Torna a “Roleplaying Savage Worlds”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite