Le Avventure di Turik 1

In questa sezione si gioca di Ruolo: Diari, notizie, manoscritti, testi, racconti.
Avatar utente
Manuel Marino
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 313
Iscritto il: mercoledì 6 luglio 2016, 16:45
Monete in mano: Bloccati
Località: Italia
Ha ringraziato: 4 volte
E' stato ringraziato: 4 volte
Contatta:
Stato: Non connesso

Le Avventure di Turik 1

#1

Messaggioda Manuel Marino » lunedì 8 gennaio 2018, 4:08 - Sappiamo chi sei, usa il miglior VPN

Oggi inizierò a raccontarvi le incredibili avventure di TURIK! Il principe fra i selvaggi, il cortese fra gli animali, il guerriero fra gli uomini, l’implacabile fra i nemici!

Turik fa parte dei Knights of Valor, ma avendo subito intuito la sua incredibile predisposizione per la caccia, lo inviai sin da subito ad occuparsi di questo. In realtà la sua ambizione era l’esplorazione, così dopo alcune battute di caccia mi chiese: capo branco, non puoi farmi stare fra questi quattro boschi. Devo allontanarmi ed esplorare ma ti prometto che ad ogni ritorno porterò doni preziosi e sapienza...

Così Turik inizió l’esplorazione delle lontane terre del sud, delle zone abitate da gruppi più tribali rispetto alle organizzate civiltà di tronchi e malta del regno del nord.

Questi gruppi tribali sono in un numero dieci volte superiore al nord, ma sono piccoli e disorganizzati ed in perenne lotta fra loro.

La caccia è ancora una delle tecniche privilegiate di sopravvivenza e lo stesso Turik, per quanto abile cacciatore, fu costretto ad adeguarsi alla mancanza di selvaggina per il numero enorme di cacciatori che giorno e notte battono il territorio.

Durante il viaggio di ritorno alla Gilda però, Turik fu fermato da un gruppo di briganti. In realtà erano tre mercanti di pelli che avendo intuito il suo essere straniero a quelle terre, pensavano di trovarsi davanti un ingenuo e facile da intimorire. Tre contro uno, ma Turik con ascia in una mano e pugnale nell’altra vendette cara la pelle.

Colpito per primo da un avversario poté rispondere senza perdere Karma! Era il suo momento! Ferì quasi a morte uno dei tre e gli stolti si dettero alla fuga lasciando il carro di mercante con quale si portavano dietro un enorme quantità di pelli e carne.

Quale migliore regalo per il capo branco pensó Turik! Così imbracció il carro che sebbene vecchio era ancora perfettamente efficiente e si diresse verso il nord. Passarono giorni e notti ma Turik raggiunse la Gilda.

Insanguinato ma accolto come un eroe sia da me che dai suoi fratelli, voglio onorare la sua impresa con questo scritto e così farò per tutte le sue imprese future!

Onore a TURIK! principe fra i selvaggi, cortese fra gli animali, guerriero fra gli uomini, l’implacabile fra i nemici!

Torna a “Ruolo”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite